Un quartiere dove vivere

Associazione Vicini di Casa

Vota questo articolo
(0 Voti)

L’associazione di promozione sociale Vicini di casa, nasce nel 2014 dalla volontà di alcuni residenti del consorzio denominato Castelporziano Sud, che hanno deciso di mettere insieme tempo, impegno e volontà, per dar vita ad una forza unita e compatta in grado di gestire e mantenere in maniera autonoma le aree verdi e il decoro urbano nel territorio dell’attuale consorzio, di rapportarsi e supportare gli enti locali preposti alla manutenzione delle infrastrutture (è cosa nota la carenza nella pulizia di strade e marciapiedi), di salvaguardare i nostri diritti sul territorio e favorire l’aggregazione tramite iniziative sociali, culturali e sportive.

Perché un’associazione?

L’idea di costituire un’associazione che si occupi di tutelare, migliorare e mantenere tutte le aree verdi del nostro comprensorio nasce proprio dalla consapevolezza di quanto sia importante intervenire direttamente sul nostro territorio, perché ciò incide sulla qualità della nostra vita. L’associazione si basa su un’attività di volontariato, strutturata ed organizzata, sempre in relazione e in coordinamento con il consorzio, il comune e l’Ama.

Perché “Vicini di casa”?

Perché viviamo nello stesso luogo, eppure non ci conosciamo.

La scelta di chiamarla “Vicini di casa” deriva dall’iniziativa di alcuni consorziati che nell’estate del 2008 iniziarono ad organizzare la “cena del vicino di casa”, che prese vita dalla voglia dei nuovi abitanti di conoscere le persone che vivevano loro accanto. Chi portava una pietanza, chi da bere, chi il dolce, chi i tavoli con le sedie, con questo spirito sono nate tante piacevoli, conviviali serate che intendevano allargare la partecipazione a tutti i consorziati, tramite locandine e volantini. Ed è da questo spirito che l’associazione vuole partire.

Il comprensorio è formato da diverse centinaia di persone, ma non esiste un luogo dove poter incontrare e conoscere le persone che ci vivono intorno, riusciamo a malapena a conoscere chi ci vive a fianco.
Ecco perché l’associazione si pone come obiettivo parallelo, la promozione di momenti di socializzazione e convivialità, attraverso eventi ludici, sportivi, culturali, umanitari, ecc., che avranno anche lo scopo di supportare l’associazione stessa.
Nella visione futura ed ideale, c’è il desiderio di creare dei luoghi di aggregazione per bambini, adolescenti, adulti ed anziani, anche perché il quartiere non offre molto a riguardo. Per questo motivo sarà un’associazione di promozione sociale.

Perché associarsi?

Perché insieme abbiamo l’opportunità di fare qualcosa.

La forma giuridica è quella di un associazione, come stabilito dalla maggioranza, per avere delle regole condivise da tutti, per aderire in modo vero, concreto, per avere una forma di aggregazione regolamentata, fondamentale quando si incontrano tante persone diverse.
Inoltre ciò ci permetterà di avere una storia, di diventare forti davanti alle istituzioni.
Un altro tema molto discusso è quello della base economica, perché gli associati pagano una piccola quota annuale che ci permette di svolgere regolarmente la cura del verde, ma non essendoci un obbligo di partecipazione alcune persone non hanno aderito, ed è difficile accettare l’idea di pagare, mentre altri non lo fanno. Ognuno di noi è chiamato ad assumersi la responsabilità delle proprie azioni senza nascondersi dietro l’ennesimo alibi. Noi continueremo a darci da fare e a sensibilizzare il vicinato alla partecipazione attraverso varie iniziative. Inoltre speriamo che in un prossimo futuro l’associazione sia in grado di autofinanziarsi, attraverso iniziative che le portino delle entrate, come eventi e sponsorizzazioni, diventando un’organizzazione stabile e offrendo così un solido e duraturo appoggio a tutti i residenti del nostro comprensorio.

Contatti

  • Fabio Capponi
    • Tel: 320 2119395
    • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Fabrizio Bernardini
    • Tel: 331 2176520
    • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
  • Web: