Un quartiere dove vivere

Notizie Infernetto

Lo diciamo ogni anno, si avvicina il Natale.  Sei comodo sul divano, il telegiornale annuncia solo brutte notizie. L’economia sta collassando, la sanità è in crisi, le aziende sono in difficoltà. Non affidarti ad Amazon, non comprare da Wish solo per risparmiare qualche soldo. La posta in gioco è più alta. Ogni volta che compri tentando di risparmiare stai solo distruggendo le imprese locali del tuo quartiere.

Un progetto di solidarietà a sostegno dei bambini e delle famiglie in disagio economico del nostro territorio.  L’Associazione il Mago di Oz ONLUS, centro riabilitativo polispecialistico dell’età evolutiva presente sul territorio da oltre 15 anni, ha dato vita ad una sezione “Pro Bono” attraverso cui offrire terapie riabilitative in forma gratuita ai bambini che vivono in forte disagio economico.

Questa settimana vogliamo segnalarvi un sito molto particolare... Il sito web ha un nome di dominio ambizioso “Sostegno Genitoriale”. Questo è un sito che vuole riconoscere alle donne il loro ruolo centrale nell’ambito della famiglia.

Il titolo dell’intestazione del sito rende merito soprattutto alle numerose donne che lavorano nell’ambito della salute del corpo della mente: Le professioniste della Salute.

Dopo anni di vacanza della carica dirigenziale finalmente è giunta la tanto attesa notizia che a fine estate si è insediato presso l’Istituto Comprensivo W.A. Mozart il nuovo Dirigente Scolastico Prof. Giovanni Cogliando.

Il nuovo Dirigente Scolastico, non più ad interim presso il nostro istituto, potrà finalmente vigilare (citiamo il Comitato dei Genitori IC W.A. Mopart) sulla nostra scuola che conta oltre 2000 allievi.

Le capacità razionali e di così detto “problem sovling” sono richieste in modo sempre crescente nel mondo del lavoro, nella scuola e nella vita privata di tutti i giorni. Andare in panico perché non si è in grado di risolvere un problema che può avere una soluzione logica non è solo una perdita di tempo è anche uno spreco di energie.

Siete pronti ad un grande, grandissimo evento nel nostro quartiere? Di cosa si tratta?

Il gruppo di RetakeRoma Infernetto (al quale potete unirvi sulla pagina di Facebook) sta organizzando una giornata in cui riunirsi tutti insieme per raccogliere oggetti da terra.

Per capire se l'Infernetto è a rischio inondazione allagamenti possiamo tranquillamente andare a leggere lo studio geologico del 2012. Questo documento riporta una ricerca svolta dal comune di Roma riguardante il Nucleo di Zona “O” n. 51 dedicata completamente all'Infernetto.

Vivere ad una dimensione umanamente più sostenibile è possibile. All’Infernetto succedono piccole cose che possono cambiare il colore della nostra giornata. Ogni Mercoledì e Sabato ai Parchi della Colombo viene allestito il Mercatino dei Prodotti dei Castelli Romani.

Lavoro in un piccolo ufficio in zona Infernetto, perché è qui che ho scelto di vivere, lavorare e crescere i miei figli. Penso che il quartiere sia un buon quartiere e che coloro che abitano qui possono ritenersi fortunati.
Nelle città, lo sappiamo esistono posti meno vivibili e meno gradevoli.

In questo quartiere, che ha problemi come tutti gli altri quartieri di Roma, non fa eccezione il dilagare della maleducazione.

Quando si ha a disposizione una viletta singola o a schiera costruita su più livelli speso si ha a disposizione anche il piano seminterrato o una cantina. La tentazione di trascorrere del tempo seminterrato o nelle sale hobby è forte ma questo spesso nasconde un pericolo.

Sappiamo tutti che con la comparsa dei grandi centri commerciali e dei siti e-commerce tutti abbiamo la prospettiva di poter risparmiare soldi sull’acquisto, i regali per gli amici, le spese per i regali di Natale, un acquisto improvviso…

Cosa c’è dietro agli incendi della pineta di Castel Porziano, quanti sono gli interessi economici che ci sono dietro agli incendi avvenuti a cavallo fra Luglio e Agosto di quest’anno?

Una delle aree verdi più belle ed antiche di Roma, il Parco urbano Pineta di Castel Fusano, così come la conosciamo oggi, popolata di Pini domestici e lecci è il frutto di una importante opera di trasformazione avvenuta per volere della famiglia Saccehtti intorno all’anno 1731.